mercoledì 6 febbraio 2013

Lettera incompleta a XXXX

Caro XXXX,
 non so il perché, ma non ho ricevuto nemmeno una lettera da parte tua, meno quella di Natale. 
Una persona mi ha detto che la lettera è la miglior forma di scrittura, perché qui, su una lettera, su di un foglio, sul bianco, nel nulla, attravesro le parole, una penna, l'inchiostro nero, si può scrivere tutto. Si può colmare questo vuoto, sporcare questo bianco malinconico. Riempirlo con parole sincere, vere, parole colme di sentimenti, di ricordi. Parole colme di emozioni, di sensazioni. Parole che non aspettano altro che gridare al mondo, alla persona interessata, tutte queste emozioni, ricordi, pensieri, che altrimenti in una sola testa, strariperebbero. 
Una nuova lettera, un nuovo anno, nuove spetanze, progetti, desideri. Lettera di speranza. Speranza: una parola, mille sensazioni. In momenti come questi, oltre alla speranza, che c'è? Speranza per un anno migliore, speranza per gli avvenimenti futuri, speranza per far migliorare tutto ciò.